Balinese: Carattere, allevamento, storia e prezzo.

balinese
gatto Balinese – foto wikipedia

Niente leggende esotiche per questo gatto elegantissimo e chiacchierone, solo la voglia di non scartarlo alle esposizioni come “Siamese dal pelo troppo lungo”. Piace molto per via del suo carattere estroverso attaccamento al padrone, ma da noi è ancora poco diffuso.

La storia

Inutile nasconderlo o cercare di mascherare la questione con parole gentili: il Balinese è un Siamese “difettoso”, con il pelo troppo lungo.

Già sul finire degli anni Venti, all’inizio del XX secolo, le associazioni inglesi più accreditate si rifiutarono di accettare i Siamesi nati con pelo eccessivamente folto, riservando a quegli esemplari un’iscrizione a parte.

Poi, grazie alla devozione dell’allevatrice californiana Marion Dorsey, si cominciò a dare vita a quell’accurata selezione che porterà al riconoscimento ufficiale nel 1961. Nonostante la FIFe lo abbia riconosciuto come razza a tutti gli effetti nel 1972, in Europa è ancora poco conosciuto.


Il nome, scelto dai primi allevatori, non corrisponde affatto al luogo di provenienza, ma fu ispirato dal movimento ancheggiante che assume quando cammina, simile a quello delle ballerine di Bah.

Aspetto generale

Il Balinese è un gatto di taglia media, elegante, lungo e snello. Sotto il folto pelo lucido come la seta, con scarso sottopelo, nasconde una muscolatura ben tornita.

gatto balinese

Le zampe sono sottili ma resistenti, con una leggera differenza di lunghezza tra quelle posteriori (più alte) e quelle anteriori (più basse). Un particolare, quest’ultimo, che gli garantisce la caratteristica camminata suadente per la quale viene paragonato alle danzatrici di Bali.

Il muso, a cuneo con zigomi bene evidenti, è reso elegante dalla mascherina scura bucata dai due occhi blu.

La coda, a differenzi del Siamese, è folta e resa preziosa da un bel pennacchio scuro che riprende i colore delle zampe, delle orecchie e della mascherina.

Se per caso il vostro Balinese vanta estremità troppo scure, tenetelo al caldo: il gene responsabile della colorazione colorpoint, come nel caso del Birmano e del Siamese, reagisce alle temperature basse scurendo i pigmenti del pelo!

Se volete un esemplare da esposizione, oltre alla spazzolata settimanale, si dovrà ricorrere a un bagnetto prima del grande evento.

I colori

Balinese è un gatto colorpoint, vale a dire con le punte (muso, zampe e coda) di colore diverso dal corpo.

I colori accettati sono gli stessi del Siamese, ma molte associazioni le limitano al seal, al blu, al cioccolato e al lilla.

Gli occhi devono essere tassativamente blu.

Carattere

Diversamente dal Siamese, il Balinese ha un carattere un po’ più tranquillo, anche se adora improvvisare scorribande.

Gli piace stare al centro dell’attenzione, che sa benissimo come attirare: se non gli riesce con la sua elegante andatura, con la ruffiana tecnica degli “occhi dolci” (nella quale è maestro], sfodera una voce tenorile davvero insospettabile.

cucciolo

Vive bene in appartamento e non richiede cure eccessive, anche se bisogna stare molto attenti alla dieta: è un vero golosone che tende a fagocitare tutto ciò che di commestibile gli capita a tiro

Prezzo

Il Balinese ha un prezzo compreso tra i 700 e i 1000 euro.

Molte schede di pianetagreen.com, sono inviate da utenti ed esperti, quindi se noti errori, inesattezze o violazioni di copyright segnalalo e provvederemo immediatamente alla sua correzione o eliminazione.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Follow by Email

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi