exotic shorthair : Carattere, allevamento, storia e prezzo.

 exotic shorthair
exotic shorthair foto wikipedia

L’exotic shorthair è un Persiano a pelo corto. Punto e basta.

Sotto la morbida pelliccia freme però un caratterino niente male, affettuoso e coccolone. Avendo ereditato la morbidezza del pelo dal blasonato antenato orientale e la robustezza fisica da quello americano, è adatto a chi ama i gatti belli che non danno troppi problemi di “manutenzione”

La storia dell’exotic shorthair

Capita spesso che nel tentativo di creare una nuova razza, o più semplicemente una nuova colorazione, si ottengano risultati del tutto insperati. È il caso dell’Exotic Shorthair, gattone scherzosamente chiamato “Persiano in minigonna”, saltato fuori per puro caso da un incrocio di un Persiano con un Burmese.

A causa delle complesse regole genetiche che governano il mondo felino, il risultato di tale incrocio non fu un Persiano color cioccolato, come sperava l’allevatrice americana Carolyn Bassey, ma un più banale Persiano a pelo corto.

Detto così può sembrare mia contraddizione in termini, e in effetti lo è, tanto che si pensò subito di selezionare una nuova razza. Rafforzata nel corso degli anni Sessanta da incroci con gatti a pelo corto e morbido, come il Burmese, il British e l’American Shorthair. La razza venne ufficialmente riconosciuta in America nel 1967 e dalla FIFe nel 1984.

La scelta del nome si deve a Jane Martinke, appassionata sostenitrice della razza, che propose di chiamare il nuovo gatto utilizzando due termini che sottolineassero le sue caratteristiche più evidenti:

occhio

Exotic (aspetto esotico dovuto all’origine persiana) e Shorthair (cioè “pelo corto”). Non è quindi sbagliato, né riduttivo, chiamare questo micione “Persiano a pelo corto”.

Aspetto generale dell’exotic shorthair

Chiunque si trovi di fronte a un esemplare di Exotic Shorthair esclama meravigliato: “un Persiano a pelo corto!” E questa resta la sua caratteristica primaria.

Se però lo si guarda un po’ più da vicino, cercando di fare maggiore attenzione ai dettagli, si scopre che ha il muso un po’ meno schiacciato del Persiano e un pelo ugualmente morbido, anche se corto.

Essendo un gatto “cobby”, che presenta una fisionomia tarchiata, l’Exotic si mostra da subito in tutta la sua rotondità: orecchie tonde, muso tondo, occhioni tondi, piedoni tondi.

Il mantello, a guardarlo bene neanche poi tanto corto, è sollevato da un ricco sottopelo. Essendo un gatto robusto non richiede cure particolari, se non la pulizia costante degli occhi che, come nel caso del Persiano, abbondano in lacrimazione

Carattere

Forse è nel carattere che va cercata la vera differenza tra un Persiano e un Exotic.

Calmo e tranquillo, decisamente adatto alla vita in appartamento (come il Persiano) meraviglia tutti con improvvisi sprazzi di buon umore e voglia di giocare (come L’american Shorthair).

testa di  exotic shorthair

Il fatto di ritenerlo solo un “Persiano a pelo corto” induce spesso il padrone a sottovalutarne la vispa intelligenza. È anche molto curioso

I colori

Sono ammessi tutti i colori del Persiano. Gli occhi possono essere oro o rame, ma sono accettati anche quelli verdi nella variante cincillà, blu nel colorpoint e bianco (in quest’ultimo caso sono ammessi anche impari).

Prezzo

l’exotic shorthair ha un prezzo compreso tra i 700 e i 1100 euro.

Molte schede di pianetagreen.com, sono inviate da utenti ed esperti, quindi se noti errori, inesattezze o violazioni di copyright segnalalo e provvederemo immediatamente alla sua correzione o eliminazione.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Follow by Email

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi