L’abissino: la razza, il comportamento, foto e prezzo.

abissino
gatto abissino

Scheda di razza abissino

l’abissino e stretto parente del somalo, anzi lo potremmo considerare la varietà a pelo corto del somalo o viceversa.

La storia dell’abissino

Secondo alcuni studiosi gli antenati dell’Abissino andrebbero cercati tra i gatti che gli antichi Egizi allevavano per tenere lontani i topi dai granai. Teoria facilmente dimostrabile, almeno dando un’occhiata alle raffinate statue della gatta Bastet, dea dell’amore, della famiglia e della fecondità.

Altri ritengono che sia originario dell’Abissinia, l’odierna Etiopia, terra assolata e deserta da cui prende il nome. Molto accreditata anche l’ipotesi che sia originario dell’area asiatica.

Di certo sappiamo solo che è arrivato in Europa nel 1868 al seguito di Barret Léonard, capitano inglese di ritorno dalle campagne nordafricane. Zula, così si chiamava ramatissimo gatto del capitano Léonard, seppe subito conquistarsi il cuore degli inglesi, tanto che già all’esposizione londinese del 1882 alcuni esemplari di Abissino, ottenuti dall’incrocio con British Shorthair, poterono fare il loro debutto in società.

Dopo un periodo di grande fortuna, dovuto alla mania dilagante per tutto ciò che proveniva dall’Africa (l’iscrizione al Libro Origini inglese risale al 1882), rischiò l’estinzione a causa di un errato programma di selezione.

abissino che sonnecchia

Fu solo grazie al paziente lavoro dell’abyssinian Cat Club che nei primi anni Trenta fu possibile recuperarlo incrociandolo con robusti esemplari di Europeo e Siamese.

In Italia le prime nascite sono del 1981, ma negli Stati Uniti e in Francia se ne registravano già numerosi esemplari nei primi anni Cinquanta.

Aspetto generale

Ciò che salta all’occhio osservando un Abissino è la naturale eleganza del portamento, reso altero dallo sguardo insolente dei due grandi occhi dorati.

Eleganza che gli deriva dal corpo allungato, agile e slanciato, eretto sulle zampe alte, che mette in evidenza la robusta muscolatura attraverso i riflessi dorati di una pelliccia corta, lucida e setosa.

Il pelo

E proprio nel mantello va cercato il suo segreto: ogni pelo può presentare fino a tre tonalità diverse per terminare con una puntina molto scura. Il ticking, termine con cui gli esperti chiamano questo tipo di colorazione, è particolarmente accentuato sul dorso, sulla coda e su certe zone delle zampe.

Carattere

L’Abissino è il compagno ideale per chi ama trascorrere molto tempo insieme al proprio gatto. Egocentrico e giocherellone, si affeziona molto al padrone senza però diventare eccessivamente appiccicoso.

Essendo un cacciatore instancabile non ama molto stare chiuso in casa.

gatta con cuccioli

Una volta messo in moto, magari all’inseguimento di una pallina con sonaglio, può diventare inarrestabile e inizia a fare “il flipper”.

Tra le peculiarità dell’Abissino c’è anche il forte miagolio tenorile, una caratteristica che gli deriva dai passati incroci con il Siamese. Le sue fusa sono quindi due volte più sonore di quelle degli altri gatti!

I colori

Il primo colore selezionato è stato il lepre (base sabbia con ticking nero) e gli inglesi lo definiscono usual. Poi toccò alle varietà sorrel, fawn o daino (fondo avorio con ticking crema scuro), blu (fondo rosato con ticking blu acciaio) e silver (base bianca-argento con i ticking citati).

Coda: Lunga quanto il corpo, di struttura leggermente conica.
Testa: Di forma triangolare, con spigoli poco pronunciati. Naso e mento sono allineati verticalmente.
Corpo: Di taglia media, allungato e muscoloso.
Gambe: Lunghe, snelle con piedi piccoli e rotondi.
Orecchie: Grandi, ben distanziate, prolungano la forma triangolare della testa e terminano con un ciuffetto di peli scuri sulle punte.
Occhi: Grandi, a mandorla, ben distanziati, hanno profili scuri e sono circondati da pelo chiaro. Possono essere verdi, ambra o nocciola.

Carta d’identità

Area d’origine: Africa
Taglia: media
Pelo: corto
Peso: da 2,5 a 7,5 chili
Temperamento: attivo e socievole
Segni particolari: la punta scura di ogni singolo pelo

Prezzo

Per un Abissino di tre mesi, vaccinato e iscritto al Libro Origini, il prezzo è intorno ai 800 euro, anche se i soggetti da esposizione possono superare i 1000 euro.

Molte schede di pianetagreen.com, vengono inviate da utenti ed esperti, quindi se noti errori, inesattezze o violazioni di copyright segnalalo e provvederemo immediatamente alla sua correzione o eliminazione.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Follow by Email

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi