Asplenium: coltivazione, esposizione e cura

Asplenium

In generale

Alcune specie di Asplenium ancora appartenente alla famiglia delle Polypodiaceae, sono note sin dall’antichità ed indicate come infallibile rimedio contro le malattie della milza, tanto che il nome è rimasto a ricordarcene Fuso (dal greco «spiai» = milza).

Il genere è ricchissimo di specie (450 secondo alcuni Autori, 750 secondo altri) a distribuzione assai vasta, che va dai tropici sino alle alte catene montuose d’Europa.

Morfologia dell’Asplenium

Si presentano come piante sia molto piccole, di pochi centimetri, sia grandi oltre il metro, terrestri, oppure epifite alcune specie tropicali.

dettaglio

Il loro rizoma è strisciante od eretto, ricoperto di brattee scure. Le fronde, di forma svariata, sono a foglie intere o pennate, più o meno erette oppure decombenti.

Moltissime specie si coltivano a scopo ornamentale in serra fredda, temperata o calda a seconda delle esigenze.

Coltivazione

Esigono terreno sciolto e dotato di una buona riserva organica, che possiamo indicare con: 2 parti di buon terreno di giardino, 1 parte di terriccio di bosco, 1 parte di terra di erica, 1 parte di sabbia. Vogliono molta umidità, luce diffusa e buona temperatura.

La moltiplicazione si fa per suddivisione dei cespi. Le specie e varietà procombenti si coltivano in vasi sospesi.

Specie e varietà

Ricordiamo fra le specie più note:

  • A. nidus, dal fogliame intero, largo ed ondulato di un bel verde chiaro e così chiamato perché
    presenta al centro uno spazio simile ad un nido.
  • Asplendium. candatimi, presenta foglie lunghe oltre il metro.
  • Asp. belangeri, dalle foglie elegantemente pennate.
  • A. bulbiferum e A. vivipanm, che presentano bui- ; billi con i quali si possono riprodurre.
  • Asplen. radicans, dall’aspetto arborescente.
  • A. sandersoni e A. seelosii, di piccola taglia.

Ricordiamo infine, tra le specie nostrane anche ‘ se di modesto valore ornamentale, VA. ruta-muraria \ (la ruta dei muri) piccola felce delle rocce e i dei vecchi muri, e VA. trichomanes volgarmente « erba rugginina » per il colore della pagina inferiore delle foglie e detto pure falso capelvenere.

Molte schede di pianetagreen.com, vengono inviate da utenti ed esperti, quindi se noti errori, inesattezze o violazioni di copyright segnalalo e provvederemo immediatamente alla sua correzione o eliminazione.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Follow by Email

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi